ILVA, CENTRELLA: NON GETTARE AL VENTO LAVORO SVOLTO FINORA

(DIRE) Roma, 11 mag. – “Chiediamo al Governo attuale di riavviare il tavolo dell’Ilva, al fine di non gettare al vento il lavoro svolto in tanti mesi di trattative, ed alle forze politiche che stanno formando il nuovo Esecutivo di trovare spazio e tempo, tra i contratti e i contrattini che stanno scrivendo, per prendere posizione su una vertenza di cosi’ grande portata come quella del polo siderurgico”. E’ l’appello che Giovanni Centrella, Coordinatore nazionaleCisalMetalmeccanici, rivolge alla politica unitamente ad un “richiamo all’unita’ sindacale, quale unica strada percorribile per risolvere la trattativa con le migliori condizioni possibili non solo per tutti i lavoratori dell’acciaieria e per quelli dell’indotto ma anche per i cittadini di Taranto, in attesa del risanamento ambientale. I tempi sono stretti visto che a luglio Ilva esaurisce la cassa, mentre a fine giugno scadono i termini per completare l’intesa con Mittal. Occorre, quindi, al di la’ delle accuse reciproche, scongiurare il fallimento del negoziato che- conclude- sarebbe una sconfitta per tutti, a partire proprio dai lavoratori che attendono da mesi di conoscere la propria sorte”. (Comunicati/Dire) 16:29 11-05-18 NNNN

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

ILVA, CENTRELLA: ANCORA NON CI SONO GARANZIE NECESSARIE PER ACCORDO

(DIRE) Roma, 10 mag. – “Non e’ questione di legittimita’ o meno dell’esecutivo dimissionario. Semplicemente, non ci sono ancora le garanzie necessarie per evitare che il polo siderurgico sia svenduto, che la situazione ambientale di Taranto resti irrisolta, che i livelli occupazionali non siano mantenuti e che le condizioni retributive dei lavoratori subiscano peggioramenti”. Cosi’ il Coordinatore nazionaleCisalMetalmeccanici, Giovanni Centrella, in merito alla rottura del tavolo di trattativa al Mise sulla bozza di accordo presentata dal governo per la cessione dell’Ilva ad Am InvestCo. Per il sindacalista “nonostante la mediazione del ministro Calenda, sarebbe stato comunque molto difficile raggiungere oggi un’intesa senza la imprescindibile ed auspicata apertura della societa’ ArcelorMittal sulle principali richieste del sindacato, in primis la garanzia occupazionale e salariale per tutti i 14mila lavoratori dell’Ilva e la continuita’ lavorativa per l’indotto. L’auspicio- conclude Centrella- e’ che le forze politiche che formeranno, si spera a breve, il nuovo Governo si impegnino a riavviare al piu’ presto il confronto, perche’ i mesi di negoziato gia’ trascorsi non possono essere tempo sprecato”. (Comunicati/Dire) 15:55 10-05-18 NNNN

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

LAVORO, CENTRELLA: CORDOGLIO PER MORTE OPERAIO FINCANTIERI

(DIRE) Roma, 9 mag. – “Nell’esprimere profondo cordoglio per la morte del giovanissimo operaio causata questa mattina da un incidente alla Fincantieri di Monfalcone, cogliamo la triste occasione per ribadire ancora una volta la necessita’ e l’urgenza di azioni concrete per la prevenzione degli infortuni ed una intensificazione dei controlli, in particolare in quelle realta’ imprenditoriali dove la fitta rete di appalti e subappalti rende piu’ difficile la vigilanza e il rispetto delle regole”. Cosi’ il Coordinatore nazionale Cisal Metalmeccanici, Giovanni Centrella, sottolineando come “il drammatico ripetersi degli incidenti sui luoghi di lavoro e’ la triste dimostrazione che quanto fatto finora in termini di sicurezza e prevenzione non e’ ancora abbastanza”. Per il sindacalista “occorre dunque alzare l’asticella sul tema della sicurezza, non limitandosi ad evocarlo ogni qualvolta si verifica una disgrazia, ma esigendo in tutti i luoghi di lavoro l’applicazione delle regole gia’ esistenti per abbassare i rischi e limitare gli infortuni”. (Comunicati/Dire) 16:36 09-05-18 NNNN

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail