FCA CENTRELLA: BENE NUOVO PIANO MA CI ASPETTIAMO PIENA OCCUPAZIONE

(DIRE) Roma, 1 giu. – “L’azzeramento, entro giugno, dell’indebitamento netto industriale e’ certamente un punto di partenza positivo per il nuovo piano Fca 2018-2022, che in tal modo potra’ giovare di un maggiore impulso finanziario in vista dei nuovi obiettivi presentati oggi da Marchionne. La nostra attenzione, tuttavia, resta rivolta principalmente all’utilizzo degli stabilimenti italiani, per i quali ci aspettiamo il raggiungimento della piena occupazione”. Il Coordinatore nazionale Cisal Metalmeccanici, Giovanni Centrella, commenta cosi’ l’ultimo piano industriale Fca firmato da Marchionne nel ruolo di amministratore delegato del gruppo nel corso dell’evento ‘FcaCapital Markets Day’. Per il sindacalista “la scelta di spingere sui brand di lusso, sull’elettrificazione per i marchi premium e sulle motorizzazioni ibride potrebbe risultare vincente solo se la qualita’, il design e la tecnologia del ‘made in Italy’ saranno sostenuti da investimenti adeguati, piu’ capacita’ di innovazione ma, soprattutto, piu’ modelli da realizzare negli stabilimenti italiani. Non dimentichiamo, infatti- conclude Centrella- che la situazione e’ particolarmente delicata per Melfi, dove e’ destinata ad interrompersi la produzione della Punto, per Mirafiori e Pomigliano, dove gli ammortizzatori si esauriranno nel 2019, per Cento e Pratola Serra, dove si producono motori diesel”. (Comunicati/Dire) 14:56 01-06-18

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail