Archivi categoria: COMUNICATI

COMUNICATI STAMPA

Ilva, Centrella (Cisal Metalmeccanici): “Scongiurare chiusura con rapida intesa”

Agenpress – “Auspichiamo il rapido raggiungimento di un accordo che da un lato offra le dovute certezze sui livelli occupazionali e dall’altro allontani la possibilità di una chiusura della più grande fabbrica d’Europa, così come minacciato dal nuovo Governo in formazione”. Questa la speranza del Coordinatore nazionale Cisal Metalmeccanici, Giovanni Centrella, che fa appello ad ArcelorMittal affinché “sblocchi il negoziato manifestando segnali di apertura verso le richieste sindacali, volte alla salvaguardia delle condizioni occupazionali e salariali di tutti i lavoratori dell’Ilva”. Per il sindacalista “è indispensabile far proseguire la trattativa anche su altri aspetti, altrettanto importanti, come quello della bonifica dell’area e la salvaguardia della salute dei cittadini di Taranto, prima che il nuovo Esecutivo si avvii in avventure senza ritorno”. 23 maggio 2018

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Ilva, Centrella (Cisal Metalmeccanici) “Chiusura scelta scellerata”

Agenpress – “L’annuncio dell’imminente chiusura di un’azienda strategica per il nostro Paese come l’Ilva da parte di chi sta per salire al governo della nazione getta nello sconforto tutti coloro che da tempo si battono per trovare una soluzione in grado di coniugare lavoro, salute e ambiente e fa dubitare fortemente della validità del ‘contratto giallo-verde’ per la ripresa economica dell’Italia”. Lo dichiara il Coordinatore nazionale Cisal Metalmeccanici, Giovanni Centrella, per il quale “è inaccettabile che si prenda di mira il più grande impianto industriale del Mezzogiorno senza mettere sulla bilancia, se non un progetto definito, almeno una idea che non sia vaga su come si intenda intervenire per proteggere i livelli occupazionali, tutelare la salute dei cittadini e salvaguardare l’ambiente”. Per il sindacalista “non è giusto lasciare ad aleatorie interpretazioni il senso del programma politico ed economico che si sta per mettere in atto né è corretto abbandonare nell’incertezza non solo i lavoratori dell’Ilva di Taranto, ma anche quelli degli altri stabilimenti siderurgici e dell’indotto, che a questo punto non possono dormire sonni tranquilli non conoscendo gli obiettivi del nuovo esecutivo in fieri”.
“Vista la situazione – conclude – non possiamo non condividere il commento del ministro Calenda, che ha parlato di ‘dilettantismo di chi non ha mai gestito nulla in vita sua’, aggiungendo però che da scelte tanto scellerate deriveranno effetti occupazionali ed economici ad ampio raggio da cui poi sarà difficile tornare indietro”.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

LAVORO – ILVA, CENTRELLA (CISAL): MOBILITAZIONE GENERALE PER SICUREZZA

(DIRE) Roma, 17 mag. – “Il doloroso ripetersi degli incidenti sul lavoro e’ diventato insostenibile. Riteniamo che una mobilitazione generale sui temi della prevenzione e della sicurezza nei luoghi di lavoro possa contribuire a sensibilizzare in maniera capillare tutti i cittadini, qualsiasi attivita’ essi svolgano, e ad esigere una urgente e decisa azione delle istituzioni per porre fine a queste disgrazie”. Cosi’ il Coordinatore nazionale Cisal Metalmeccanici, Giovanni Centrella, dopo l’ennesimo incidente mortale, toccato questa volta ad un giovane lavoratore di una ditta in appalto all’Ilva di Taranto. “Questo lutto- aggiunge il sindacalista- richiama ancor di piu’ la necessita’ di giungere presto ad un accordo che permetta all’Ilva, oltre che di produrre a pieno regime nel rispetto della salute e dell’ambiente, anche di elevare i parametri di sicurezza sia per i dipendenti diretti sia per quelli delle imprese in appalto, nonche’- conclude- di garantire adeguati dispositivi per la sicurezza personale ed una ottimale manutenzione degli impianti”. (Vid/ Dire) 14:38 17-05-18 NNNN

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail